Lavoro Estero / Dove lavorare in Europa / Lavorare in Spagna

Lavorare in Spagna

lavorare in spagna
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

In Spagna si possono trovare numerose offerte di lavoro per stranieri, così come le località turistiche offrono molto lavoro stagionale. Le possibilità dipendono in gran parte dalle proprie competenze linguistiche e professionali.

La lingua spagnola

Quasi certamente si dovrà avere una buona padronanza della lingua spagnola per poter lavorare sul territorio. Fortunatamente, la maggior parte dei titoli ottenuti in Italia e in Europa sono riconosciuti in Spagna.

Contratti di lavoro in Spagna

Qualsiasi impiego si trovi sul posto, se si intende lavorare in Spagna, si consiglia di richiedere un contratto del vostro datore di lavoro che sia di almeno 6 mesi. In questo modo avrete gli stessi diritti di un lavoratore spagnolo.

I dipendenti possono detrarre le assicurazioni sociali e fiscali. In generale, i salari spagnoli sono inferiori a quelli del Regno Unito o della stessa Italia, ma tenete presente che il costo della vita è minore e lo stile di vita è considerato di gran lunga più alto. In generale, l’orario di lavoro include un “siesta“, che è una pausa di 2-3 ore tra 2-5 nel pomeriggio, durante le quali la maggior parte delle imprese chiude, per riaprire nelle ore più fresche della sera. Siete pronti a lavorare in Spagna seguendo questi orari rilassati eds eventualmente a terminare il turno di lavoro di sera?

Mercato del lavoro in Spagna

La Spagna ha una forte industria del turismo, grazie ai 60 milioni di visitatori che arrivano ogni anno da tutto il mondo. La Catalogna è la destinazione più popolare della nazione, seguita dalle Isole Baleari, le Isole Canarie e l’Andalusia. Con una percentuale molto alta di turisti britannici e italiani in visita in Spagna durante l’estate, c’è sempre una necessità di lavoratori provenienti da queste nazioni.

Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica, il tasso di disoccupazione ha raggiunto un livello record di 5.640.000 a marzo 2012, coinvolgendo quasi un quarto della popolazione attiva.

Tuttavia, nella regione più grande della Spagna, Castilla y León, alcuni settori hanno incrementato notevolmente le assunzioni di personale dallo scorso anno. Questa offerte sono per posti di lavoro come:

  • assistenti personali;
  • artisti;
  • dirigenti;
  • lavoratori della costruzione.

Quali sono le vostre probabilità di ottenere un lavoro?

Per un giovane laureato, trovare lavoro oggi in Spagna è abbastanza complicato, a causa del tasso di disoccupazione ancora elevato. Nel marzo del 2012 la BBC ha riferito in merito che la Spagna aveva il tasso di disoccupazione più alto nell’Unione europea(UE), con quasi una persona su quattro senza lavoro. Vi sono, tuttavia, alcuni settori in cui i laureati stranieri hanno maggiori possibilità di trovare un impiego, e riguardano la consulenza aziendale, l’industria e il settore dell’informatica. Questi ambiti professionali stanno subendo un profondo processo di globalizzazione, come ad esempio dimostra il Banco di Santander, e vi sono varie opportunità professionali per laureati, soprattutto per coloro che parlano in modo fluente lo spagnolo e l’inglese.

Dove si può lavorare in Spagna?

  • I principali settori lavorativi nel Paese sono: retail / wholesale, produzione (in particolare di prodotti chimici, metalli, tessili e abbigliamento, alimentari, autoveicoli), costruzione, immobiliare, trasporti, turismo.
  • Aree di crescita recente: settore dei servizi, alberghi e ristoranti, informatica e industrie hi-tech.
  • Ambiti professionali in declino: costruzioni, settore immobiliare, agricoltura.
  • Settori in cui vi è carenza di personale: mestieri specializzati, meccanici, personale del ristorante/hotel, rappresentanti di vendita.
  • Importanti aziende del territorio: Santander, Telefónica, Repsol YPF, BBVA, Endesa, ACS, Cepsa, Iberdrola, Ferrovial, FCC, Mapfre.

Com’è lavorare in Spagna ?

  • Media ore di lavoro settimanali: un lavoratore a tempo pieno può arrivare a 40 ore alla settimana. La giornata di lavoro può variare a seconda dell’azienda. In media un ufficio apre alle 09:00 e chiude alle 6 o 7:00, con una lunga pausa pranzo. Il lavoro a turni è molto comune in ogni settore.
  • Vacanze: solitamente ogni lavoratore ha diritto a un mese di ferie cper ogni anno, a cui si sommano varie feste nazionali.
  • Aliquote fiscali: se avete intenzione di lavorare in Spagna, al vostro arrivo dovrete registrarvi presso l’ufficio fiscale nazionale chiamato Agencia Tributaria. I non residenti sono tassati su qualunque reddito guadagnato in Spagna. Qualora si risieda nella nazione per più di 183 giorni in un anno solare, si verrà classificato come residente bisognerà presentare una regolare dichiarazione dei redditi all’ente locale.

agenzie di reclutamento

Agenzie per il lavoro in Spagna si occupano principalmente di opportunità di lavoro temporaneo e sono chiamate Empresas de Trabajo Temporal (ETT). L’organizzazione professionale per le agenzie di reclutamento in Spagna è Asempleo.

Molti posti vacanti possono essere rintracciarti grazie ai contatti personali e al networking. Le raccomandazioni personali sono estremamente importanti.

Inviare candidature spontanee alle aziende che ci interessano può essere una buona strategia pert trovare lavoro. L apropria candidatura, andrò indfirizzata al diretto responsabile del reparto d’interesse. Anche i colloqui telefonici oggi sono frequenti, e possono essere un ottimo modo per testare la vostra conoscenza della lingua. In alternativa si può inviare una lettera di presentazione o, se si tratta di una società più piccola, consegnare personalmente il vostro CV. Si raccomanda di accompagnare sempre la consegna con una telefonata o un’e-mail.

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione