SPORT IN AUSTRALIA

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Gli australiani sono decisamente un popolo di sportivi. Lo conferma la grande cura con cui coltivano la forma fisica, e la qualità delle strutture sportive che incontriamo nelle città. Gli sport più gettonati sono il football australiano, il rugby, il nuoto ed il cricket, ma gli splendidi scenari della natura australiana offrono interessanti possibilità agli amanti del surf e degli sport estremi.

Il rugby in Australia

Il rugby è uno degli sport più seguiti e praticati in tutta l’Australia. Sebbene non sia egualmente diffuso in tutto il mondo, qui, e nella vicina Nuova Zelanda, esso ha trovato terreno fertile diventando uno dei principali sport nazionali.

QUANTI RUGBY?

In Australia si praticano due tipi di rugby. Il Primo è il “Rugby League” o rugby a 13, molto seguito nel Queensland e nel New South Wales. Il secondo è il “Rugby Union”, ovvero il rugby a 15, la versione rugbystica più diffusa a livello internazionale.

Il campionato nazionale di Rugby League si chiama NRL (National Rugby League) ed è giocato da 16 squadre, di cui 15 australiane ed 1 neozelandese.

Il campionato della Rugby Union è invece il Super 15, un torneo misto cui partecipano squadre australiane, sudafricane e neozelandesi, le tre nazioni più esperte in questo sport a livello internazionale.

Un evento molto sentito è la Bledisloe Cup, che spesso vede in campo gli eterni rivali Australia e Nuova Zelanda, in uno scontro senza pari all’ultimo coro tra le tifoserie.

LA NAZIONALE AUSTRALIANA

Assieme a quella neozelandese, la nazionale australiana di rugby a 15 è una delle più vincenti e prestigiose al mondo. Il suo palmares vanta due vittorie della coppa del mondo ed una finale persa nel 2003.

I giocatori della nazionale sono affettuosamente chiamati “Wallabies” in omaggio al wallaby, un piccolo marsupiale parente del canguro.

GLI STADI

Tra gli stadi di rugby più grandi e capienti d’Australia ci sono il Sydney Football Stadium (45.500 posti a sedere), l’ANZ Stadium (83.500 posti a sedere), il Docklands Stadium (53.359 posti) ed il Lang Park di Brisbane (52.500 posti).

Il Cricket in Australia

Seguitissimo in Australia, il cricket è uno sport che coinvolge tutti gli anni migliaia di appassionati. Ostico e quasi esoterico per molti europei, il cricket anima la stagione estiva degli australiani, intenti a imitare le gesta dei propri eroi sportivi o a commentare i risultati degli ultimi match. Conosciamolo più da vicino.

LE REGOLE

Termini come test match, wickets, inning, over e silly mid diranno ben poco a chi non conosce questo sport. Ma le regole del cricket sono davvero così complicate? Proviamo a far luce.

Il match, anzitutto. Si svolge su un campo rettangolare o ovale, di dimensioni variabili, al cui centro è un’area rettangolare detta pitch. I giocatori, undici per squadra, utilizzano a seconda dei ruoli una mazza lunga ed una palla da cricket (la palla di gioco). Elementi chiave del match sono però i wickets, tre paletti posti alle due estremità del pitch a formare una sorta di porticina.

Il match è organizzato in due tempi di gioco, o innings. Si alternano sul campo i giocatori in battuta (a rotazione) e gli avversari in difesa, con i ruoli invertiti dopo l’intervallo. Scopo del gioco è mettere a segno punti senza far eliminare i battitori, ed al contempo proteggersi dalle battute avversarie ed eliminare i loro battitori.

Le partite di cricket sono lunghissime, durando in media 8 ore incluso un intervallo per il pranzo. Non di rado, però, una partita può durare oltre il giorno…ma un vero appassionato di certo non si lascerà prendere dalla noia!

I CAMPIONATI

I mesi del cricket in Australia abbracciano il periodo novembre-febbraio. Il campionato di cricket ha uno svolgimento particolare, che include test match, campionati internazionali e la seguitissima serie Twenty20. La squadra rivale per tradizione dell’Australia è l’Inghilterra, mentre altre nazioni dove il cricket è seguitissimo sono India, Sudafrica, Pakistan e Sri Lanka.

Gli Australian Open di tennis

Uno degli eventi sportivi più seguiti del gennaio australiano è l’Australian Open. Questo torneo di tennis, tra i principali al mondo, rientra tra i 4 tornei del Grande Slam, il magico quartetto che include anche il Roland Garros, Wimbledon e l’US Open. Tra gli ultimi vincitori ci sono campioni del calibro di Rafael Nadal (2009), Roger Federer (2010) e Novak Djokovic (2011).

IL TORNEO

L’Australian Open si svolge fra la terza e la quarta settimana di gennaio a Melbourne. Sede dell’evento è dagli anni 80 il Melbourne Park, con i suoi nuovi ed efficientissimi impianti sportivi affacciati sul fiume Yarra. Dal 1987 i tornei si svolgono su campi in cemento (Rebound Ace), caratterizzati dal colore blu e dall’innovativa superficie di gioco in Plexicushion.

Come accade anche per gli altri tornei del Grande Slam, l’Australian Open prevede incontri di singolare maschile, singolare femminile, doppio maschile, doppio femminile, misto, juniores ed ex-campioni.

Il campo principale, in cui si svolgono le finalissime, è la Rod Laver Arena, che può contenere oltre 20.000 spettatori a sedere. Tra gli altri campi ci sono l’Hisense Arena, che ha in dotazione una copertura mobile, e la Margaret Court Arena.

Una caratteristica oramai arcinota degli Australian Open è il caldo opprimente in cui si disputano le gare, lontano anni luce dal nostro gelido gennaio invernale. Stellare il montepremi per il vincitore, che al 2011 ammonta a circa 20 milioni di dollari australiani!

A SPASSO PER MELBOURNE PARK

Approfittatene, se avete scelto di assistere al torneo, per visitare Melbourne Park, con i suoi tanti parchi ed impianti. La zona si raggiunge a piedi in pochi minuti dalle stazioni di Jolimont e Richmond.

Il GP di Formula Uno a Melbourne

Marzo a Melbourne è il mese del Gran Premio d’Australia di Formula Uno, evento imperdibile per tutti gli appassionati di questo sport. Auto superveloci, campioni del mondo ma anche una ricca serie di eventi, per vivere a pieno queste giornate.

LA PISTA DI MELBOURNE

Il circuito di Albert Park ospita dal 1996 il Gran Premio d’Australia di F1 e sorge all’interno del perimetro cittadino. La pista è lunga 5,303 km ed ha ben 16 curve, occupando strade su cui normalmente circolavano autoveicoli. L’intero Grand Prix misura ben 307,574 km (76 giri di pista).

Gli addetti ai lavori considerano Melbourne come un circuito difficile ed insidioso, per via delle tante curve e di un unico vero rettilineo, situato presso i box. E’ qui che si raggiungono velocità sui 300 km/h ed i piloti possono tentare un veloce sorpasso. La suggestione dell’evento è garantita anche dagli orari scelti per la gara, attorno al tramonto, e dallo splendido paesaggio con l’Albert Park Lake sullo sfondo.

Il tempo record sul circuito è stato stabilito in gara nel 2004 da Michael Schumacher, con 1’24”125.

ALTRI EVENTI

Gli altri eventi del Gran Premio includono la corsa delle V8 Supercar, la Formula 5000, la gara di automobili da corsa australiane e quella della categoria Super Ford.

Da non perdere anche il dopogara. Puntando ai bar del Pit Straight, o ai locali di Albert Park, con i concerti live previsti in occasione del Grand Prix. Approfittiamone anche per conoscere meglio Melbourne. Marzo in città è uno dei mesi più ricchi di eventi, con il Fashion Week, il Melbourne Food and Wine Festival ed il Melbourne International Flower and Garden Show.

La moto gp a Phillip Island

Appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di motogp, quello sul circuito di Phillip Island è l’evento più importante dell’anno in Australia nell’ambito del motociclismo sportivo, con l’ambita gara del Motomondiale e una ricca coda di eventi.

IL CIRCUITO

Il circuito di Phillip Island nasce nel 1956 sull’omonima isola del Victoria, meta turistica molto frequentata per la sua numerosa popolazione di pinguini.

Il circuito misura oggi 4,445 km di lunghezza, presenta 12 curve ed è stato percorso nel tempo record di 1.30.059 da Nicky Hayden nel 2008. L’intero tragitto non è da considerarsi tra i più semplici del suo genere, per via delle numerose curve, spezzate da un unico breve rettilineo nei pressi dei box.

La gara si svolge solitamente a metà del mese di Ottobre, ed è possibile assistervi da più punti del circuito.

GLI EVENTI

Tra gli altri eventi, il circuito di Phillip Island ospita il motorcycle Grand Prix, il Superbike World Championship, l’Australian Manufacturers’ Championship, l’Australian Touring Car Championship, il V8 Supercar Championship Series e l’Australian Drivers’ Championship.

LE ATTRAZIONI

Nei dintorni del circuito è possibile fare diverse di esperienze interessanti. Una pista di go kart, lunga 720 metri, replica la forma del più noto circuito grand prix. Per un’esperienza adrenalinica, invece, possiamo iscriverci all’hot laps program, 3 giri mozzafiato del circuito nell’auto di un pilota professionista!

Il surf in Australia

Il surf e l’Australia hanno sempre avuto un legame forte. Spiagge immense ed isolatissime, con onde maestose tutte da cavalcare, attirano ogni anno surfers di tutto il mondo, dilettanti e professionisti. Ed il surf continua indisturbato ad esercitare il suo fascino.

LE GARE

Le manifestazioni surfistiche in Australia sono momenti di aggregazione molto sentiti. Tra febbraio ed aprile si svolgono le World Qualifying Series, e sempre ad aprile la Coolangatta Ocean Swim. Altre manifestazioni da non perdere sono sono la Quicksilver Pro Gold Coast, il Rip Curl Pro a Bells Beach ed il Quicksilver Pro, sempre sulla Gold Coast. A due passi da Sydney, nel New South Wales, si svolge il Surfest, ottima occasione per conoscere i migliori surfisti del paese e divertirsi.

LE SPIAGGE

E’ quasi imbarazzante il numero di spiagge “per surfisti” che incontreremo in Australia. Le spiagge più gettonate, quelle con le onde migliori e le condizioni più propizie per la pratica del surf, sono conosciute dalle comunità di surfisti di tutto il paese, e spesso ospitano le maggiori competizioni per professionisti.

Ricca di belle spiagge l’Australia Occidentale, con i suoi oltre 12.000 km di coste. Si va dalle difficili onde di Margaret River, una delle roccaforti del surf australiano, ai break di Ningaloo Reef o alle splendide isole di Esperance. Per chi è alle prime armi, le onde di Ocean Beach, a Denmark, sono l’ideale per confrontarsi con l’Oceano.

Anche i dintorni di Perth sono ricchi di splendide località su misura per i surfisti: da Alkimos Beach a Eddie Island, sino alle spiagge cittadine di Trigg, City Beach, Cottesloe e Floreat.

Ma le sorprese non finiscono qui. Tra i paradisi indiscussi per surfisti c’è la meravigliosa Bells Beach, sulle coste del Victoria, impegnativa con le sue onde maestose. Tutta la Gold Coast, in generale, è puntellata di spiagge meravigliose dove le onde si infrangono a riva con evoluzioni degne di nota. Il Victoria ed il New South Wales, gli stati di Melbourne e Sydney, offrono gettonatissime destinazioni per gli amanti del surf, dalla Phillip Island al promontorio di Wilson, dalla Apollo Bay a Lakes Entrance. Muovendoci verso Sydney, gli hotspots sono a Byron Bay, Bronte e Tamarama.

Frequentatissime dai surfisti anche le coste del South Australia nei dintorni di Adelaide, dalla Kangaroo Island sino alla Penisola di York.

Gli sport estremi in Australia

I selvaggi scenari del continente australiano sono i luoghi ideali dove praticare alcuni tra i più spericolati sport estremi. Conosciamo i più interessanti sport estremi da vivere in Australia.

DAL CIELO

Gli amanti dei panorami mozzafiato penseranno bene di conoscere l’Australia dal cielo. Uno degli stati più propositivi in tal senso è il Victoria, con strutture e realtà locali che consentono la pratica di paracadutismo, parapendio e deltaplano. Un alternativa molto suggestiva è la mongolfiera, per osservare dall’alto i bei vigneti della Yarra Valley, o l’aereomotore.

MONTAGNE E…

Per gli amanti della montagna, oltre al trekking ed alla mountain bike, lo sport estremo più gettonato in australia è il free climbing. Troveremo rocce degne di nota a Mt. Buffalo o sul Mt. Arapiles, ma anche nei pressi delle grandi città, sui Grampians e a Point Perpendicular.

SPORT ACQUATICI

Non è da meno il mare. Tra gli sport più amati c’è sicuramente il surf, praticato anche alle porte di Sydney e Melbourne grazie alle splendide spiagge del South Australia. Molto amati anche il kayak, lo scuba diving e la canoa, da praticare nei tanti parchi nazionali dello stato.

Potremo noleggiare una canoa o un kayak in tutto il continente, per conoscere da vicino località magiche come il fiume Avon con le sue rapide, Murray River, Loch Luna, il Yarra a Melbourne o la splendida Moreton Bay.

BUNGEE JUMPING

I più spericolati potranno essere tentati dal bungee jumping sulla Pentecost Island, lanciandosi da una torre di bamboo o dalle strutture ad hoc presenti a Cairns, nel Queensland. Ma visitare Cairns, che ospita anche un aeroporto internazionale, è comunque una tappa obbligata per gli amanti degli sport estremi, dal rafting allo skydiving.