Aeroporti di Tokyo

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Chi si muove dall’Europa e deve raggiungere Tokyo sceglie quasi certamente l’aereo come mezzo di trasporto. Quanti sono gli aeroporti di Tokyo? Come sono serviti?

Negli articoli seguenti, tante info utili sui due scali della capitale nipponica: l’aeroporto di Tokyo Narita e quello di Tokyo Henada.

Aeroporto di Tokyo Narita

Non c’è ombra di dubbio che chi parte dal Vecchio continente alla volta del Giappone, considerate le distanze che separano l’Europa dal Sol Levante, sceglie certamente l’aereo come mezzo di trasporto. La capitale del Giappone è servita da due aeroporti, il più importante dei quali è l’aeroporto di Tokyo Narita. Conosciuto fino al 2004 come New Tokyo International Airport, lo scalo di Tokyo Narita è l’aeroporto di Tokyo per antonomasia, in quanto collega il Giappone agli altri quattro continenti. A differenza dell’aeroporto di Henada scalo secondario, Narita viene utilizzato principalmente per i voli internazionali.

Chi da qui deve raggiungere l’Italia, vola con Alitalia fino agli scali di Milano Malpensa e Roma Fiumicino, chi si sposta verso la Nuova Zelanda, a sud, viaggia con i velivoli della Air Zealand, mentre Aeromexico è la compagnia che da qui conduce in America Centrale e la United Airlines effettua i voli intercontinentali verso le maggiori città degli Stati Uniti. Poi India, Uzbekistan, ma anche Mosca, Parigi, Londra, Calgary, Toronto…Insomma, chi parte da qui può raggiungere praticamente tutto il mondo.

 

L’aeroporto di Tokyo Narita ha un unico inconveniente, ovvero la distanza che lo separa dal centro cittadino, situato a poco meno di 70 chilometri ma raggiungibili in vari modi. Si può optare per il Limousine Bus, che in 70 minuti circa, dalle 6,45 alle 23,00 e con una frequenza di 15-30 minuti, conduce i passeggeri al centro di Tokyo. Il costo del biglietto varia dai 2700 ai 3000 yen. Chi preferisce il treno può prendere il JP Narita Express, che funziona per 14 ore dalle 7,43 e costa 2940 yen; la durata del viaggio è anche in questo caso di 70 minuti. Naturalmente, all’uscita della zona degli arrivi, non mancano i taxi, che in genere per 20.000-22-000 yen portano i turisti nella parte più centrale della città.

Aeroporto di Tokyo Haneda

Se è vero che i turisti e gli abitanti di Tokyo hanno nell’aeroporto di Narita il punto di riferimento fondamentale per i viaggi internazionali ed intercontinentali, è altrettanto vero che per spostarsi dalla capitale verso tutte le altre città del Giappone, lo scalo più utilizzato è l’aeroporto di Tokyo Haneda, nella regione di Ota. Malgrado sia per fama ed importanza il secondo aeroporto capitolino, Haneda è annoverabile tra gli scali più affollati al mondo. Secondo le ultime statistiche, con un traffico medio di 62.000.000 di passeggeri, Haneda è il quarto aeroporto più frequentato del pianeta. E’ conosciuto semplicemente come aeroporto di Haneda per differenziario da quello di Narita, situato nella prefettura di Chiba.

E’ l’hub principale di Japan Airlines, compagnia di bandiera che collega tutto il Giappone. Da Akita a Fukuoka, da Okinawa a Matsuyama, da Nagasaki a Sapporo Chitose, passando per Osaka e Yamagata: da qui si vola verso tutte le destinazioni nazionali, utilizzando principalmente i Terminal 1 e 2, completamente dedicati a chi si sposta entro i confini giapponesi, e popolati dai banchi di numerose compagnie, tra cui, oltre alla già citata Japan Airlines, ci sono la Air Do, la Air Nippon, la Skynet Asia Airways. Chi parte e arriva in Giappone dall’estero difficilmente fa riferimento ad Haneda.

Uno spazio a parte è dedicato ai voli internazionali, da dove si può partire per decine di destinazioni asiatiche, ma anche per alcune mete intercontinentali, come San Francisco, Honolulu, Londra, Parigi e Los Angeles. Caratterizzato da un’architettura di stampo modernistico, l’aeroporto di Tokyo Haneda è a soli 16 chilometri dal centro città, raggiungibile in treno, con i convogli della Tokyo Monorail, oppure in autobus, viaggiando con il servizio Airport Limousine, che serve anche lo scalo di Narita.