Lavoro Estero / Dove lavorare in Europa / Usa / New York / Guide utili su New York / Guida per una settimana low cost a New York

Guida per una settimana low cost a New York

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Una settimana low cost a New York? Possibile. A patto di muoversi con il passo giusto. Scopriamo come vivere la Grande Mela a costo quasi zero, senza rinunciare alle sue principali attrazioni.

IL VOLO

La settimana low cost comincia… dal volo. Prenotare in anticipo è indispensabile, meglio se con la possibilità di cambiare le date in caso di necessità. Talvolta si trovano ottime occasioni facendo scalo a Londra o in altri aeroporti europei. Uno scanning approfondito del web è consigliato prima di qualsiasi acquisto avventato.

BIGLIETTI

Per una settimana in tranquillità è indispensabile l’acquisto della metro card settimanale, che al costo di 29$ consente di utilizzare 24 ore su 24 metro e bus. Muoversi a piedi è consigliato, ma a New York le distanze possono pesare. 2 corse in metro o in bus al giorno, a prezzo normale (2,25$) ci costerebbero a fine settimana qualcosa in più del biglietto settimanale.

ATTRAZIONI A COSTO ZERO

Le guglie di cemento di Manhattan hanno un loro singolare fascino, che può essere apprezzato anzitutto passeggiando (a costo zero) tra le avenues cittadine. Tra i must la mitica Times Square, tempio postmoderno della reclame, il Ponte di Brooklyn, con la sua passeggiata sopraelevata, La cattedrale di Saint Patrick, Wall Street con la statua del toro ed il formicolare di businessmen, RockfellerCenter, il Dakota Building.

Stanchi del caos della metropoli tuffiamoci nel polmone verde di Central Park, con le sue immense distese alberate e piacevoli scorci naturali, o nei tanti parchi limitrofi, a cominciare dal grande Prospect Park di Brooklyn.

MUSEI 

MUSEI GRATIS

L’ampio ventaglio di musei cittadini, grandi e piccoli, include diverse strutture ad ingresso gratuito. Tra essi, il Museo Nazionale degli Indiani d’America, il Museo Americano di Arte Popolare, le Forbes Magazine Galleries, il Museum at Fashion Institute of Technology ed il Goethe Institut.

Ci sono poi musei ed attrazioni ad ingresso gratuito soltanto alcuni giorni alla settimana. Il martedì sono gratis il Brooklyn Botanical Garden e lo Staten Island Museum (dalle 12.00 alle 14.00). Il mercoledì tocca al Bronx Zoo (a donazione), mentre il giovedì sono aperti il Museum of Arts and Design ed il Children’s Museum of the Arts. Il venerdì, dalle 17.30 alle 19.30 è visitabile gratuitamente l’American Folk Art Museum, mentre il Bronx Museum of the Arts è aperto gratis dalle 11.00 alle 20.00. Dalle 16.00 alle 20.00 è aperto a tutti gratuitamente anche il MoMa, ma le interminabili file potrebbero scoraggiare i meno pazienti. Il sabato, dalle 10.00 alle 24.00, si può visitare ancora una volta il Brooklyn Botanical Garden senza spendere un dollaro. Lo stesso giorno sono aperti a 0 dollari anche il New York Botanical Garden, il Jewish Museum ed il Brooklyn Museum of Art.

MUSEI A SUGGESTED ADMISSION

Quello della “suggested admission” è uno stratagemma utilizzato da diversi musei per indurre i visitatori a pagare quanto e se desiderato. I musei che adottano questa modalità hanno un prezzo suggerito, ma naturalmente non ci impediranno di entrare per qualche dollaro in meno. La lista include il Metropolitan Museum of Art, l’American Museum of Natural History ed il Central Park West. L’offerta è valida soltanto alcuni giorni della settimana.

MANGIARE CON POCHI DOLLARI

Per mangiare a New York spendendo poco, seguiamo la guida ai ristoranti economici della città di Sognandonewyork.

IN BATTELLO GRATIS

Strano ma vero, a New York possiamo anche viaggiare in battello gratis. Lo Staten Island Ferry collega Manhattan con il distretto di Staten Island con corse giornaliere gratuite. 25 minuti di tragitto, ed una splendida vista sulla skyline di Manhattan. A costo zero anche il tragitto per Ellis Island (inclusa la visita al Museo dell’Emigrazione) ed alla piacevole Governors Island, che nelle sue ex caserme oggi ospita tanti eventi artistici. Ed è veramente piacevole da percorrere in bici.